Benvenuto nel Blog che ti “Rispecchia”!

Ciao,

mi chiamo Ivan e  seguo la parte gestionale e commerciale dell’azienda, sono entrato in questo settore da solo tre anni, prima lo conoscevo solo superficialmente e lo vivevo da cliente, avvalendomi dei servizi offerti e vendendo ai miei clienti precedenti il prodotto finito a seguito del trattamento eseguito.

Prima di raccontarti la mia storia mi sembra doveroso ed assolutamente corretto anteporre l’esperienza di Roberta,

la vera protagonista e titolare amministrativa della società attuale

nonché mia compagna di vita, che se non fosse stato per la sua determinazione e per il suo coraggio, decidendo di proseguire con l’azienda di famiglia in un periodo di difficoltà finanziarie dovute al precario mercato di competenza, non avrei potuto essere qui a scrivere queste righe per spiegarti cosa, insieme, vogliamo costruire e desideriamo diventare!

Ciao

io sono Roberta,

dopo una lunga carriera scolastica dove il mio sogno era quello di diventare architetto, il disegno era la mia passione e me la cavavo anche benino; fino a quando una sera sul treno tornando dall’università decisi che forse quella non era la mia strada e che forse il mondo dell’imprenditoria era quello che mi incuriosiva di più e volevo veramente fare pertanto entrai a far parte della società a fianco dei miei genitori e mio fratello.

Continua a Leggere >

LA TERRIBILE GUERRA DEL PREZZO!

Ebbene si, anche nel nostro settore, come nella grande maggioranza del mercato italiano,  la guerra del prezzo fa da padrone.

 

Non parlo di differenze significative (quelle lasciano il tempo che trovano) ma se hai la sfortuna di essere quello con il prezzo più alto non vieni nemmeno preso in considerazione, anzi, probabilmente  senza nemmeno sapere chi sei e cosa fai, vieni anche giudicato ed etichettato.

 

Non dirmi che anche tu non vivi quotidianamente una situazione simile, in cui l’ansia maggiore ti assale quando ti viene chiesto un preventivo e la prima cosa che vorresti chiedere al tuo potenziale cliente, oppure storico, é quella di confidarti il prezzo che il suo fornitore attuale gli applica!

 

guerra dei prezzi

 

 

TROVERAI SEMPRE IL PESCE PIU’ GROSSO PRONTO A MANGIARTI PROPONENDO PREZZI INFERIORI GRAZIE ALLA SUA FORZA CONTRATTUALE CON I SUOI FORNITORI.

 

 

La maggior parte delle volte, dopo che ti viene comunicato il prezzo che serve per te come lo specchio delle allodole, devi anche crederci e porre fiducia su una persona che magari non conosci nemmeno, altrimenti rischi anche di essere mal giudicato.

 

Sono anche certo che, pur di portare a casa la campionatura da effettuare, sei disposto a lavorare cercando di accontentare il cliente anche se alla fine, tirando le somme, ti rendi conto che non ci stai dentro, ma ti rendi disponibile ad addebitargli lo stesso prezzo per fare una bella figura.

CORNUTO E MAZZIATO!

Continua a Leggere >

IL MOTIVO NASCOSTO

 

Il motivo principale per cui la tua azienda si lamenta, soprattutto quando riceve il materiale cromato, è normalmente di carattere estetico: è il primo aspetto che salta all’occhio anche ai meno esperti. E’ quello che succede dal tuo abituale fornitore, così la fiducia che è stata riposta da lui non viene quasi mai ricambiata! Ti spiego subito perché.

 

Quando il tuo magazziniere riceve il materiale dal cromature, che sia lui stesso a consegnartelo oppure sia il tuo mezzo ad andarlo a prendere, il primo controllo, se non l’unico, è quello dell’aspetto esteriore per bene cromato.

Succede soprattutto quando parliamo di volumi importanti, di centinaia o migliaia di pezzi, in quanto sarebbe complicato verificare a livello numerico.

Con questo non voglio assolutamente dire che la parte estetica non è importante, anzi, è fondamentale!

 

SONO UN ACCANITO SOSTENITORE DELLA QUALITA’. E’ IL PRINCIPIO PORTANTE DEL NOSTRO PROGETTO, CHE CARATTERIZZA SOTTO TUTTI GLI ASPETTI IL RAPPORTO CLIENTE-FORNITORE.

 

 

Motivo per cui, voglio oggi sottolineare l’aspetto pratico di quando il tuo fornitore ti consegna la merce lavorata.

Ti è mai capitato di avere un ammanco? Sono certo di si! “Ci sta lavorando, può capitare!” qualcuno direbbe. Il fatto è che se non te ne fossi accorto tu, probabilmente, nessuno l’avrebbe comunicato!

E come ti sei comportato alla consegna successiva?

Certamente, venendo meno la fiducia del fornitore, avrai ordinato al tuo magazziniere di stare molto attento e di controllare: è un’attenzione importante, ritengo, peccato che lo si faccia soltanto quando viene scoperto casualmente un ritorno di merce inferiore al previsto e quando comincia a mancare la fiducia nel tuo fornitore.

 

L’esempio appena fatto è, fondamentalmente, frutto di un’esperienza da me vissuta in prima persona, in quanto fino a qualche anno fa ero il responsabile di produzione di una azienda che creava componenti e arredamento che richiedevano spesso il trattamento superficiale di cromatura.

 

 

PROPRIO PER QUESTO MOTIVO HO DECISO DI METTERE AL TUO SERVIZIO LA MIA ESPERIENZA MA SOPRATTUTTO I MIEI VALORI, SENZA I QUALI NON POTREI MAI RIVOLGERMI A TE IN MANIERA COSI’ DIRETTA.

TRA QUESTI REGNA L’ONESTA’, IL VALORE CHE PRIMA ANCORA DELLA FIDUCIA ORIENTA IL MIO STILE DI VITA.

Continua a Leggere >

COME AUMENTARE LA FEDELTÀ DEL TUO CLIENTE E RIUSCIRE A VENDERE A PREZZI DI MERCATO GRAZIE AL TUO MODO DI ESSERE E NON SOLO GRAZIE AL TUO BRAND!

E’ diventata ormai una routine, quasi quotidiana, che prosegue da parecchi anni e sembra non trovare una via d’uscita: la richiesta da parte del mercato di prezzi sempre più bassi a dispetto di qualsiasi altro parametro che potrebbe fare la differenza!

 

 

SE VUOI CHE I TUOI STANDARD SIANO DIFFERENTI DEVI INNANZITUTTO DESIDERARE DI FARE QUALCOSA DI DIVERSO!

 

 

Non esiste un nostro cliente, grande o piccolo, vecchio o nuovo, anche potenziale, che non mi richieda un prezzo concorrenziale prima di valutare e capire come lavoriamo o quale potrebbe essere il risultato finale della finitura richiesta!

Addirittura, una percentuale molto alta che si avvicina al 100, pretenderebbe di ricevere un preventivo al telefono, senza magari inviarmi nemmeno il disegno tecnico, disinteressandosi completamente delle criticità tecniche che potrebbero esistere trattando il particolare in questione.

E non ti dico con quale insistenza e, a volte, con quale arroganza te lo chiedono, come se fosse scontato e comunque semplice poterlo formulare, a volte dovendosi immaginare il pezzo da lavorare!

 

MI VIENE DA DIRE, AD OGNUNO IL SUO RUOLO E LE SUE COMPETENZE!

 

Mi piacerebbe vederti all’opera, nella tua azienda, dove un tuo cliente ti chiede di preventivare un “oggetto” di cui non disponi nemmeno le misure, a volte addirittura astratto. Mi piacerebbe sapere se anche tu riesci a “inventarti” un prezzo indicativo per la produzione di quel particolare tanto desiderato quanto poco chiaro, se non nella sua testa!

Sicuramente tra questi clienti TU non ci sei, le tue richieste sono ponderate e, soprattutto, comprendi quali possono essere le nostre difficoltà nel formularti un preventivo per un qualcosa che non è ancora stato disegnato. Magari conosci anche i motivi per cui siamo impossibilitati ad accontentarti e, ancora più significativo, hai il desiderio che la tua “creatura” abbia un aspetto qualitativo ed omogeneo e quindi, prima di vendere il prodotto al tuo cliente, ti sarai accertato della buona riuscita del trattamento e dopo, grazie ad una normale trattativa tra le parti, avrai ricevuto il tuo preventivo reale, fidato e garantito!

 

 

LA QUALITÀ’ NON HA PREZZO MA LA PIANIFICAZIONE, LA STRATEGIA E LA COLLABORAZIONE, CI AIUTANO A CONTENERLO!

Continua a Leggere >

CERCHI UN FORNITORE QUALSIASI O SCEGLI QUELLO CONSAPEVOLE! LA DIFFERENZA TRA STANDARD QUALITATIVO OGGETTIVO E QUELLO CASUALE, PER ALZARE IL LIVELLO DI PERFORMANCE!

Parliamo oggi del processo di cromatura del ferro, che deve essere eseguita obbligatoriamente al di fuori della vostra azienda e che, quando sarà ultimato, il particolare  dovrà tornare nuovamente da te!

La cosa certa è che tutti i prodotti cromati risentono delle inefficienze del processo produttivo che li genera. Tutte le criticità dovute a inefficienze di ciclo sono ben individuabili dal tuo controllo qualità in quanto con la finitura a specchio, sulla superficie, risulta ogni minima imperfezione sul materiale.

 

ATTENZIONE, NON SEMPRE PERO’ LA RESPONSABILITÀ E’ NOSTRA!

 

 

L’effetto finale è sempre lo stesso: il cliente contesta un prodotto a causa di insufficienze nei processi di lavorazione del fornitore.

Il fornitore, come già detto, non è l’unico incriminato per i problemi di qualità riscontrati sul prodotto.

Talvolta, infatti, si registrano degli errori di progetto dei componenti o dei prodotti che non consentono al fornitore la generazione di un prodotto rispondente agli standard qualitativi prefissati.

Continua a Leggere >

“RESPONSABILITÀ” DEL CLIENTE O DEL FORNITORE NELLO SVILUPPO DI UN NUOVO PRODOTTO?

In questo articolo affrontiamo un argomento caro ai tuoi fornitori (come me): il CONTO LAVORAZIONE.

Partiamo da un principio importante: più è elevato il ricorso da parte tua all’ESTERNO della tua organizzazione e maggiori devono essere i controlli di qualità sui prodotti e l’integrazione con i fornitori.

Il ricorso verso terzi però, è una delle tante scommesse per i clienti come te perché non si sa se dal punto di vista qualitativo del prodotto questo porterà ad un successo o ad un’imminente sconfitta.

PER ME IL TUO SUCCESSO E’ IL NOSTRO SUCCESSO!

Quando un’azienda, infatti, deve trovare una soluzione ai suoi problemi produttivi e decide di ricorrere all’esterno per alcune delle sue produzioni, si trova dinanzi a dei problemi non certamente poco importanti. Si tratta di trovare un’altra organizzazione con la quale cooperare che presenti le caratteristiche a te più confacenti, che normalmente in uno stereotipo aziendale possono essere quelle qui di seguito elencate:

  1. Produca/tratti beni dello stesso tipo di quello che si vuole esternalizzare
  2. Possieda processi produttivi idonei ed efficienti
  3. Abbia una determinante esperienza nel settore del componente da produrre/trattare
  4. Comprenda facilmente le richieste del cliente
  5. Sia conosciuta come un’azienda seria in termini di rispetto del livello di servizio
  6. Sia aperta alle proposte di miglioramento
  7. Abbia dei sistemi interni ed un’ubicazione che le consentono di stare a stretto contatto con il cliente.

Con questo elenco di caratteristiche (peraltro ancora ampliabile) che dovrebbe possedere il “fornitore tipo”, si capisce quanto può essere complesso il processo di “scouting” di nuovi fornitori.

Continua a Leggere >

LO SVILUPPO DI UN NUOVO PRODOTTO: DALLA GIUSTA IDEA ALLA QUALITA’, IL PASSO E’ BREVE!

Oggi voglio parlare di una problematica che spesso vivono aziende come la tua e che il più delle volte viene considerata solo in relazione alla vostra realtà produttiva e non considera invece l’intera filiera!

 

Il tuo “prodotto” è un concentrato di idee, tecnica, design e competenze appartenenti a tutti i “partecipanti” al processo di sviluppo. La decisione di avviare o meno lo sviluppo di un nuovo prodotto assume sempre più un aspetto strategico per le aziende come la tua.

Dato che le aree di competenza coinvolte in questa fase sono molte e notevole risulta anche il tempo da dedicare a tale attività, occorre che il lavoro venga portato avanti tenendo conto soprattutto delle esigenze aziendali e di mercato e non solo di quelle stilistiche e di tendenza a supporto dell’idea iniziale.

 

Entità coinvolte nel processo di sviluppo di un nuovo prodotto:

 

LA PROPENSIONE ALL’INNOVAZIONE E L’ADEGUAMENTO AL FUTURO DEVONO ESSERE CONDIVISI DA TUTTI PERCHE’ SI RAGGIUNGANO I RISULTATI DESIDERATI

 

 

Perchè l’idea di prodotto si tramuti in un vero e proprio successo, le fasi iniziali di sviluppo sono le più delicate perché richiedono un approccio metodico e maggiormente rivolto alle richieste del mercato ed alle esigenze aziendali: le idee che non prendono in considerazione l’aspetto strategico del prodotto probabilmente non saranno mai un buon elemento per la crescita della redditività aziendale.

Continua a Leggere >

FA FREDDO MA LA CROMATURA DELLE TUE SEDUTE E’ SEMPRE “ACCESA” PER RENDERLE ACCOGLIENTI E CALDE!

E’ arrivato il freddo polare, le temperature sono cadute in picchiata, le persone escono di casa mal volentieri, l’economia alimentare comincia a risentirne e imminenti aumenti sono alle porte.
Una cosa è certa, noi continuano e lavorare, come e meglio di prima, apportando gli accorgimenti del caso affinché le tue sedute siano lucide e brillanti come le desideri.

 

 

SE VUOI CHE I TUOI STANDARD SIANO DIFFERENTI DEVI INNANZITUTTO DESIDERARE DI FARE SEMPRE QUALCOSA DI DIVERSO!

 

 

Non puoi pensare che se le condizioni esterne cambiano tu possa continuare ad utilizzare lo stesso e ottenere la stessa qualità.

Sapevi che, le incidenze di casuali criticità di lavorazione, nei mesi invernali possono aumentare? Parliamo di condizioni di lavoro strettamente legate a processi chimici.

Partiamo dalle temperature dei bagni: se obbligatoriamente devono avere una temperatura ben precisa, non puoi permetterti, visto che “fuori” fa molto freddo, di mantenere le solite programmazioni della caldaia. E’ necessario aumentare i tempi di lavoro per fare in modo che le temperature ideali vengano raggiunte e nei tempi stabiliti!

Continua a Leggere >

BASTA CON LE SOLITE STORIE: LA “SCOMODA” VERITA’ SULLA CROMATURA DELLE TUE SEDUTE!

La cromatura delle tue sedie o dei tuoi sgabelli è apparentemente alla portata di tutti: non esiste infatti realtà galvanica che non abbia la presunzione di saperlo e poterlo fare. Ma la “crudele” realtà è spesso differente e sono i clienti come te che lo possono confermare!
Tra saperlo e poterlo fare esiste una differenza sostanziale, fondamentale, soprattutto a livello di processo, dove le procedure fanno la differenza: dalla ricezione del materiale grezzo alla consegna del prodotto finito.

Teoricamente, qualsiasi bravo e volenteroso cromatore che possiede un impianto dimensionalmente idoneo potrebbe farlo. Molto dipende dal come lavora e da quale motivazione  personale possiede.

WE MAKE THE DIFFERENCE!

Le persone che scelgono di collaborare con me dopo avermi conosciuto ed aver testato le modalità di processo, sono la mia più grande soddisfazione oltre che gli “strumenti” di monitoraggio con i quali amo confrontarmi quotidianamente.
Dai loro feedback prendo spunto per migliorare costantemente.

La loro esperienza ed i loro consigli sono una risorsa a cui non voglio rinunciare e dalla quale attingo per crescere e raggiungere una qualità di servizio sempre all’altezza delle loro e delle tue necessità.

La differenza sul mercato di oggi non la si fa a prescindere, è complicato ed impegnativo per chiunque garantirla e mantenerla. Io ho il desiderio e la presunzione che diventi “un’abitudine” consolidata, per questo cerco ogni giorno di condizionarla grazie anche ai continui confronti con le persone come te con cui intrattengo rapporti.

Sono anche consapevole che quando si lavora si commettano errori, è umano ed aggiungo fondamentale, l’importante è riconoscerli e farne tesoro, ripartire da quelli per fare in modo che non si ripetano. Ciò significa crescita per l’azienda e per le singole persone di cui è composta!

SE NON CADI NON POTRAI MAI RIALZARTI!

Sicuramente starai pensando, e sono d’accordo con te, che possiamo essere tutti in grado di offrire questo “tradizionale” quanto, ormai, “superato” trattamento, ma alla base di un buon risultato serve esperienza e conoscenza della materia, e non solo la mia!
Dimmi la verità…
Quante volte ti è capitato di essere spettatore di sedute cromate, oltre che utilizzatore, e scorgere una non uniformità di lucentezza, dei segni biancastri qua e là o, addirittura, delle zone dove il deposito si sia staccato?

Continua a Leggere >

IL TUO MATERIALE E’ IN BUONE MANI E SEMPRE A TUA DISPOSIZIONE! (perché sono diverso dai miei concorrenti e voglio che tu lo sappia, a prescindere)

Scommetto che anche tu non dormi sonni tranquilli, il timore che il materiale che consegni al tuo fornitore sia veramente in buone mani, aleggia quotidianamente!

Hai sempre la certezza che il materiale che “affidi” in lavorazione ti venga restituito nello stesso quantitativo in cui l’hai consegnato ?

Sei certo che il tuo fornitore abbia a “cuore” il tuo prodotto quanto lo possa avere tu?

Lo “scarto di produzione” è una voce che vorresti vedere eliminata nei tuoi conti economici?

Ebbene si, la nostra realtà opera e collabora con i suoi clienti, senza distinzione di sorta, affinché tutto questo accada, anzi, mi permetto di azzardare che il nostro personale è stato educato, prima ancora che sulla qualità del prodotto finito sul fondamentale principio della garanzia di restituzione, qualsiasi tipologia di materiale che ci viene consegnato in conto lavorazione deve essere riconsegnato al suo legittimo proprietario!

Sembrerà una ovvietà quello che sto scrivendo, in realtà sai benissimo anche tu che, nel nostro settore, non è poi così scontato!

La mia consapevolezza oltre alla continua ricerca del miglioramento segue primariamente questa direzione, pretendo che la collaborazione avvenga in maniera limpida e trasparente e che il nostro cliente sia soddisfatto ma soprattutto tranquillo,!

Un valore fondamentale non deve mai mancare, la FIDUCIA reciproca che, come nella vita di tutti i giorni, fa la differenza!

WE MAKE THE DIFFERENCE!

Le aziende che scelgono di collaborare con noi sono la “cartina tornasole”, devono essere gli strumenti di monitoraggio con i quali confrontarsi, quotidianamente, grazie ai loro feedback prendo spunto per migliorare costantemente, la loro esperienza ed i loro consigli sono per me una risorsa a cui non voglio rinunciare e dalla quale attingo per crescere e raggiungere una qualità di servizio sempre all’altezza delle tue necessità!

La differenza non la fai a prescindere, è complicato ed impegnativo per chiunque volerla garantire e mantenerla, io desidero che diventi un’abitudine, cerco ogni giorno di condizionarla e di farla mia, per fare questo ho bisogno di continui confronti con le persone come te con cui trattengono rapporti!

Sono altresì certo che quando si lavora si commettono errori, è umano, fondamentale è riconoscerli è ripartire da quelli per farsì che non si ripetano, la crescita delle persone avviene grazie ai propri fallimenti!

SE NON CADI NON POTRAI MAI RIALZARTI!

E’ una filosofia di vita, succede a tutti di sbagliare, la differenza che una volta che diventiamo adulti il fallimento viene visto come una catastrofe e non come un modo per ricominciare, un’opportunità da cui ripartire, facendo tesoro dell’insegnamento  e dell’esperienza vissuta!

Proprio come facevamo, tutti, da bambino, quando non avevamo filtri e credenze, di nessun tipo, che ci sono stati “inculcati” nella mente quando abbiamo cominciato a crescere e che ci portiamo dietro, come una zavorra scomoda e pesante.

Ecco, il nostro team, opera e collabora per raggiungere tutti i giorni questo fondamentale EQUILIBRIO, tra di noi e con le persone con le quali ci confrontiamo quotidianamente, per continuare a crescere e “pedalare” insieme per raggiungere i nostri risultati!

FOCALIZZATI CON PIACERE SUL RISULTATO E SCEGLI LE TUE PRIORITÀ!

Non voglio assolutamente creare in te false aspettative, sono consapevole che le aspettative non sono sempre funzionali, certamente credo fermamente nei nostri principi e che “trattiamo” il vostro materiale come se fosse il nostro.

Desidero fortemente che il risultato finale sia di tuo gradimento perché la tua soddisfazione deve essere il motore per  andare avanti.

Ho la presunzione di ritenermi differenti dagli altri miei concorrenti, non perché penso di essere il più bravo, come me e meglio di me il mondo è pieno, ma perché gli insegnamenti del recente passato che metto a tua disposizione e la passione genuina che ci metto nel mio lavoro, fanno la differenza rispetto alla massa!

Senza di quella ma anche senza il rispetto che porto, come tutti i miei collaboratori,  per coloro che decidono di affidarsi a noi è indiscutibile, il mio cliente deve avere massima fiducia in me e nel mio team, altrimenti non ci sarebbero le circostanze perché la nostra collaborazione possa avere inizio!

Ho creato un  metodo, che cresce e migliora nel tempo, anche grazie a te!

In considerazione delle tue esigenze ed alle tue necessità, ha una flessibilità di gestione massima e un risultato certo finale.

Può essere replicato da ognuno dei miei collaboratori e da tutte le persone che fanno parte di questo team, oltre che essere CONDIVISO e quotidianamente aggiornato dalle circostanze di richiesta dei nostri clienti.

Ogni singolo componente di questa squadra può CONTRIBUIRE alla sua riuscita, con umiltà e costanza, anche tu puoi fare molto, i tuoi riscontri sono immediati come i tuoi consigli, sempre ben accetti!

E’ talmente semplice che pochi ci pensano, bisogna “volare” basso e riconoscere i propri limiti per poter raggiungere il successo, avere ambizione comune e dare importanza alle persone, come te!

CONDIVIDI E COINVOLGI CON DIVERTIMENTO E LEGGEREZZA!

Quali dei tuoi fornitori riesce a ragionare con questa prospettiva e ad ammettere le proprie responsabilità quando si verificano gli imprevisti?

Continua a Leggere >

LE TERRIBILI BUGIE RACCONTATE SUL TUO TELAIO! (Utilizziamo solo materiali alto-conducenti)

Mi sono reso conto che alcuni clienti quando parlo di attrezzatura hanno difficoltà oggettive a comprendere a cosa mi sto riferendo!

Sono sincero, anche io quando mi trovavo dall’altra parte, come te, ero piuttosto “ignorante“ in materia.  Pur avendo l’abitudine e la passione di interessarmi sempre di tutto, per me i telai erano tutti uguali, anche perché mai nessuno ha avuto la sensibilità di fornirmi chiare spiegazioni a riguardo!!

MOLTI CROMATORI APPROFITTANO DELLA NON CONOSCENZA DEI PROPRI CLIENTI PERCHE’ PENSANO DI POTERSENE PRENDERE “GIOCO”, QUANDO SERVE E FA COMODO A LORO!

Considera che io ho sempre avuto la passione di “sapere”. Nel mio piccolo ho sempre cercato di informarmi su quello che i miei fornitori facevano e di come funzionavano i loro processi: ero infatti a conoscenza di quale era il ciclo di cromatura, quali erano indicativamente i passaggi che permettevano ad un “pezzo” di ferro grezzo di uscire dall’impianto “galvanizzato”. Ignoravo però cosa fossero i telai, come fossero fatti e a cosa servissero!

Certamente non ero consapevole, come tanti dei miei clienti oggi, dell’importanza che i telai assumono nel sistema di cromatura e quanto siano, a volte, la causa di una qualità PESSIMA della lavorazione eseguita!

E’ SEMPRE POSSIBILE IMPARARE CIO’ CHE NON SI SA, MA NON CIO’ CHE SI CREDE DI SAPERE!

Sono certo che tu, pur sapendo probabilmente qualcosa in più del sottoscritto, non hai mai avuto modo di approfondire l’argomento. Ma soprattutto, sono sicuro che MAI nessuno di sua iniziativa, ha pensato di renderti partecipe e di condividere con te aspetti importanti come le caratteristiche di un’attrezzatura e quanto queste siano fondamentali per la buona riuscita del processo galvanico!

La conferma l’ho avuta quando ho deciso di mettermi in gioco e venire da questa parte. Tante persone con le quali mi confronto nel quotidiano, quando parlo di attrezzatura, faticano a comprendere a cosa mi sto riferendo!

Per non parlare di quando devo comunicare che il telaio adatto a lavorare la merce non è presente nel mio parco attrezzature e che bisognerebbe quindi pensare di studiarne e produrne uno nuovo, altrimenti si correrebbe il rischio di produrre della merce non conforme e priva delle caratteristiche tecniche e  delle finiture che vengono richieste.

“I TELAI SONO I VOSTRI, A ME NON INTERESSA COSA DOBBIATE FARE, L’IMPORTANTE CHE IL MIO MATERIALE VENGA CROMATO E SIA BELLO, POI COME LO FATE SONO AFFARI VOSTRI!”

Questa è una delle classiche affermazioni che sento quando espongo la necessità di produrre un telaio specifico per poter trattare un tuo materiale!

Ti risulta?

Anche tu fai parte di quella “schiera” di clienti che non conoscono cosa sia l’attrezzatura e non gli interessa nemmeno di essere informato?

Ci tengo a sottolineare che essere “acerbo” su cosa sia un telaio potrebbe essere anche normale. E’ plausibile non conoscerne i dettagli, ma opporsi e fare ostruzionismo su quello che vorrei raccontarti e spiegarti riguardo la loro funzione e, soprattutto, la loro importanza, è veramente poco costruttivo e funzionale!

SAPPI CHE LA RESPONSABILITÀ’ NON E’ SOLO LA TUA, MA ANCHE DEI TUOI FORNITORI ABITUDINARI CHE NON HANNO MAI CERCATO DI MIGLIORARE LA COLLABORAZIONE E HANNO CONTINUATO A COMUNICARE IN MANIERA ERRATA, O MEGLIO, A NON COMUNICARE CON TE!

Continua a Leggere >